Altro #05 | Le immagini del mese: Cliff Diving | pag. 31

Posted on Ott 4, 2014
Altro #05 | Le immagini del mese: Cliff Diving | pag. 31

IMG SRC:HTTP://CLIFF_DIVING.JPG ALT=LE ILLUSTRAZIONI DEL MESE

Altro #05 | Le immagini del mese: Cliff Diving | pag. 31 | di Antonello Manenti

Tutte le immagini di questo numero sono fotografie di tuffi scattate durante il Red Bull Cliff Diving World Series, tranne l’immagine di copertina che ritrae uno dei tatuaggi di Amanda Wachob.

Dal 2009 il marchio Red Bull organizza il Red Bull Cliff Diving World Series, l’unica competizione internazionale di cliff diving. Si tratta di uno sport estremo praticato a livello professionistico da non più di una ventina di persone al mondo.
Immaginate d’essere sul ciglio di una scogliera alta 27 metri (più o meno un palazzo di dieci piani). Immaginate di buttarvi giù da quell’altezza facendo avvitamenti e salti mortali. Tre secondi in caduta libera dove si raggiungono tra gli 85 e i 100 km orari. Questo è il cliff diving, i tuffi dalle scogliere. Nonostante sia uno sport recente la sua origine è abbastanza antica e risale agli anni attorno al 1770.
Qui cominciano i nomi strani: Kahekili, Lele Kawa, Maui e anche Lanai. Le leggende locali narrano che Kahekili II, venticinquesimo nonchè ultimo re di Maui, era solito praticare il Lele Kawa.
Maui è una delle isole delle Hawai. Dopo Kahekili II non ci fu più nessun re a Maui perchè Kamehameha (ecco perchè Dragon Ball… ) riuscì a conquistare l’intero arcipelago e fondò il Regno delle Hawai. Ma torniamo a Kahekili II. Kahekili II era un tipo strano. Si era fatto dipingere con l’inchiostro nero tutta la metà destra del suo corpo. Il suo nome vero era Kahekilinuiʻahumanu ma decise umilmente di cambiarlo in Kahekili, che in Hawaiano significa Dio del Tuono (Kane-Hekili). Per passare il tempo e per ricordare al suo popolo che lui non era un uomo ma una divinità, era sua abitudine ogni mattina, appena sveglio e prima di colazione, sgranchirsi con il Lele Kawa. Il Lele Kawa è il tuffo dalla scogliera. Nulla di particolarmente impressionante se non fosse che a Lanai, una delle isole hawaiane preferite da Kahekili II e che era riuscito a conquistare, le scogliere arrivano ad essere alte fino a 400 piedi (poco più di 100 metri). Ancora oggi le scogliere a sud-ovest di Lanai vengono chiamate Kahekili’s Leap (Il salto di Kahekili).
Nella sua immensa magnanimità, il soprannaturale regnante decise che tutti i suoi guerrieri, in segno di coraggio e leatà, dovevano praticare il Lele Kawa.

Amanda Wachob è una artista, pittrice, tatuatrice che lavora a Brooklyn (New York). Non pratica abitualmente il Lele Kawa.

Leave a Reply