Altro #04 | Scuola: lettere agli insegnanti | pag. 14

Posted on Lug 1, 2014
Altro #04 | Scuola: lettere agli insegnanti | pag. 14

Caro profe,
io ci ho creduto davvero a quel che lo psicologo mi disse durante l’orientamento.

Altro #04 | Scuola: lettere agli insegnanti | pag. 14 | di Chiara De Angelis

In terza media nel mio istituto ti facevano fare una cosa che si chiamava Orientamento, che è utile se fatta bene, il problema sta tutto lì. Dunque ti propinavano 10/20 ore di corso dove valutavano le tue capacità per indirizzarti al meglio nella scelta della scuola superiore.
Fin qua tutto ok, se non fosse stato per il mio responso che diceva chiaro e tondo che le mie scelte erano assai limitate, ovvero una scuola professionale dove con un miracolo avrei avuto l’attestato di terza e ovviamente niente università.
La cosa triste è che io ci ho creduto e mi sono fatta sei anni (ebbene sì, rientro anche io nella percentuale dei bocciati) in una scuola che ho odiato da subito; crescendo ho capito che le possibilità per imparare quello che volevo io le avevo, ma ormai era tardi per cambiare scuola, ma i sogni non erano cambiati, quindi sono diventata un’autodidatta in tutto quello che volevo fare e anche se non ho fatto il liceo classico, lo scientifico o ancora meglio l’ITIS, so dove voglio andare, cosa voglio fare e come riuscire.
Il senso di quello che sto dicendo è che quando ci viene detto che bisogna credere in noi stessi e che i mezzi e le forze per realizzarci le abbiamo, dobbiamo crederci perché è davvero così.
Postilla: ho lasciato la prima e la seconda copia di questo giornale nella cassetta delle lettere dell’allora coordinatore di classe, se l’ha letta allora sa che si sbagliava.

Cordialmente, Chiara De Angelis

Leave a Reply